Aprile: piena attività vegetativa dei tappeti erbosi di specie microterme

23 marzo 2021
  • Whastsapp

Aprile: piena attività vegetativa dei tappeti erbosi di specie microterme

La piena attività vegetativa del tappeto erboso di specie graminacee microterme si raggiunge più o meno in aprile. A marzo le specie d’erba microterme entrano nella fase di ripresa vegetativa e si inizia con le azioni agronomiche tipiche dell’avvio di primavera: arieggiatura, trasemina, carotatura, concimazione primaverile, primi tagli. Anche se in Aprile i prati e i tappeti erbosi sono in piena attività vegetativa, le operazioni di avvio primavera possono comunque essere ancora svolte. Se non si fosse ancora provveduto alla prima concimazione primaverile del tappeto erboso, è importante intervenire perché le piante hanno un importante fabbisogno di elementi nutritivi.

Concimazione primaverile del tappeto erboso

Ne abbiamo già parlato in vari articoli che linkiamo a fondo pagina. La cosa importante è applicare N, P, K a cessione controllata, per evitare picchi di crescita e garantire una colorazione intensa uniforme. In questo modo, oltre a nutrire il tappeto erboso secondo le esigenze dell’erba, si riduce la frequenza e i residui di taglio. ICL propone  LandscaperPro Maintenance 20-5-8. Applicato a 30 grammi al metro quadro, in 1000 metri quadri si apportano 6 chilogrammi di azoto e si è certi che questo importante elemento nutritivo viene gradualmente ceduto in un arco di 3 mesi. Usando questo concime a cessione controllata, si apportano 2 kg/1.000 m2 di azoto per mese di crescita.

Pratiche manutentive per il tappeto erboso ad aprile

Nell’introduzione dell’articolo trovi il link dove illustriamo le principali partiche manutentive valide anche ad aprile. Al taglio però vogliamo dedicare un paragrafo specifico.

Sfalcio del tappeto erboso

La frequenza di taglio diviene il focus principale delle operazioni di questo periodo perché il tasso di crescita aumenta. In aprile, durante le operazioni di taglio, la regola del terzo, che spieghiamo nell’articolo a questo link, va rispettata con ancora maggior attenzione di quando l’erba cresce lentamente. Bisogno evitare di asportare in una volta più di un terzo dell’altezza dell’erba. Abbassando troppo l’altezza delle lamine fogliari si va incontro alla riduzione della produzione di carboidrati di riserva. Questo porta a uno squilibrio metabolico che a suo volta porta a un minor approfondimento dell'apparato radicale.
Correlate alla frequenza di taglio, sono le altezze raccomandabili di taglio, che variano in funzione della specie o della miscela di sementi utilizzata. Qui indichiamo in linea generale le altezze di taglio in centimetri per le varie specie:

 

Situazione climatica

 

Freddo umido

Caldo secco

Specie Microterme

min

max

min

max

Poa pratensis

3,5

6,0

5,5

7,0

Festuca rubra

2,5

5,0

4,0

8,0

Festuca arundinacea

5,0

7,5

6,5

8,0

Lolium perenne

2,0

5,5

3,5

6,5

Specie Macroterme

       

Cynodon dactylon

2,5

5,0

4,0

7,0

ibridi Cynodon dactylon x transvalensis

1,8

4,0

3,0

5,0

Stenotaphrum secundatum

5,0

7,5

7,5

10,0

Zoysia

2,0

4,0

3,0

5,0

Possibili problematice del tappeto erboso ad aprile

Tra i patogeni fungini e malattie del tappeto erboso, ad aprile ci sono malattie funginee che possono causare maculature ed effetti antiestetici. Essendo molto frequenti, ci soffermiamo ad analizzare in dettaglio le Macchie Fogliari, spesso dette Elmintosporiosi, i cui agenti patogeni sono Drechslera spp., Bipolaris spp., Curvularia spp. o Helmintosporium.

l periodo di maggior pressione va da Aprile a Novembre. Per approfondire proponiamo un articolo per la prevenzione e controllo dell’Elmintosporiosi – Macchie fogliari con illustrate le pratiche agronomiche preventive. Ti ricordiamo che per il controllo dell’Elmintosporiosi, ICL propone Fairplay, fungicida preventivo e curativo a base di Procloraz.

Consulenza su misura? Contatta l'esperto ICL Check list alla ripresa vegetativa La concimazione primaverile del prato