Azalea - Scheda colturale

  • Whastsapp

Coltivare l'azalea

Botanicamente appartenente al genere Rhododendron, con Azalea commercialmente si intendono le azalee rustiche, sempreverdi, abbastanza resistenti alle basse temperature, derivate da incroci fra R. kiusianum, R. kaempferi, R. sataense, R. obtusum, R. indicum. e R mucronatum. Più recentemente sono state usate R. nakahari per ottenere un comportamento tappezzante e R. noriakianum per quello assurgente.

Due differenti modalità di coltivazione

L’Azalea può essere coltivata apportando elementi nutritivi con due modalità differenti. La tecnica più tradizionale prevede l’utilizzo dei concimi idrosolubili, l’altra l’uso di concimi a cessione controllata, come ad esempio Osmocote ed entrambe consentono di produrre piante di qualità. Pur dando notevoli vantaggi, la coltivazione con concimi a cessione controllata è meno conosciuta, ma è ormai dimostrato che l’aggiunta di Osmocote al substrato fa risparmiare sui costi di manodopera e supplisce alle mancate fertirrigazioni (in toto o in parte in funzione del dosaggio), garantendo una crescita costante e rigogliosa delle piante. Osmocote dà una disponibilità continua dei nutrienti, previene le carenze nutrizionali, riduce l’uso di idrosolubili, rende omogenea la produzione e consente una crescita ottimale delle piante anche quando non è possibile irrigare (es. periodi piovosi).

Coltivazione con Osmocote e idrosolubili Fase Colturale Coltivazione 100% con idrosolubile *
Mescolare al substrato 300-500 g/m3 di Micromax Radicazione talee

Peters Professional 10-52-10

oppure

Peters Professional 9-40-25 all’emissione delle radichette a 0,5 g/l.

Concimazione di base con Osmocote Exact Hi.End o Osmocote Exact Standard 8-9 mesi a 0,8-1 g/l Giovani piante 1/2 interventi con Peters professional 10-52-10 a 0,5 g/l, successivamente Peters Excel 14-6-14+6,5CaO a 1 g/l

Osmocote Exact Hi.End o Osmocote Exact Standard 8/9 mesi a 2-2,5 g/l.

Per invasi ritardati ad agosto-settembre, utilizzare Osmocote Exact Hi.End o Standard 12/14 a 2-3 g/l

Invaso in contenitore finale  
Radicazione La ripresa dell’apparato radicale viene favorita da 1-2 fertirrigazioni con Peters Professional 10-52-10 a 1 g/l.
Se necessario, fertirrigazioni settimanali o quindicinali con Peters Excel 14-6-14+6,5CaO per acque dolci, tipiche delle zone dove si coltivano le Azalee, a 0,5 g/l Crescita fino alla spaziatura Fertirrigazioni settimanali o quindicinali con Peters Excel 14-6-14+6,5CaO per acque dolci, tipiche delle zone dove si coltivano le Azalee, a 0,7-1 g/l
Se necessario riconcimazione con Osmoform NXT 22-5-11 a 1 g/l, oppure fertirrigare con Peters Excel 14-6-14+6,5CaO a 0,5 g/l Spaziatura Peters Professional 20-10-20 a 1 g/l
Riconcimare con Osmocote Exact 8-9 mesi a 3 g/l o con Osmocote Exact 12-14 mesi a 4 g/l Crescita dopo la cimatura Peters Excel 14-6-14+6,5CaO a 0,7-1 g/l.

Intervenire 2 volte in fertirrigazione con Peters Professional 10-30-20 a 0,5 g/l e poi favorire lo sviluppo dei fiori con 3-4 fertirrigazioni ad intervallo settimanale con Peters Excel 12-6-20+6,5CaO

oppure

Peters Professional 15-11-29 alternato a nitrato di Calcio

Bottonatura

Intervenire in fertirrigazione con Peters Professional 10-30-20 a 0,7-1 g/l per 2 volte e poi favorire lo sviluppo dei fiori con 3-4 fertirrigazioni ad intervallo settimanale con Peters Excel 12-6-20+6,5CaO

oppure

Peters Professional 15-11-29 alternato a nitrato di Calcio

Da valutare un eventuale intervento in copertura (granulare o idrosolubile) nel caso fosse necessario fornire ulteriore nutrizione alla pianta prima dello svernamento. Maturazione dei boccioli e svernamento

Mantenere le piante con fertirrigazioni settimanali fino a metà/fine novembre con 1 g/l di Peters Professional 20-10-20 oppure Universol 18-11-18.

Farle arrivare all’inverno ben nutrite, senza carenze di macro e/o microelementi, per limitare la cascola del fogliame, che è anche una caratteristica varietale.

Dove non indicato, le dosi degli idrosolubili sono riferite alla fertirrigazione a spaghetto o periodica. Nel caso di flusso e riflusso ridurre la dose del 30-40%.
*Con acque normali.

 

Prodotti utilizzabili nella coltivazione dell'azalea

Prodotti a cessione controllata

  • Osmocote Exact Standard 15-9-12 | 8-9 M
  • Osmocote Exact Standard 15-8-11 | 12-14 M
  • Osmocote Exact Tablet 14-8-11 | 8-9 M

 

Prodotti idrosolubili

Gli idrosolubili suggeriti nella tabella della pagina precedente si riferiscono all’utilizzo con acqua normale. Nel caso di acque dure o dolci far riferimento alle
alternative indicate in questa tabella.
Per “acqua dura” si intende un’acqua con valori di bicarbonati (HCO3-) superiori ai 200-250 mg/l, ed una durezza dH maggiore di 9-10°.
Per “acqua dolce” si intende un’acqua con valori di bicarbonati (HCO3-) inferiori ai 100 mg/l, ed una durezza dH inferiore di 5°.
Le acque normali hanno valori intermedi.

Acque normali Acque dolci Acque dure

Peters Professional 9-40-25

Peters Professional 10-52-10

   

Peters Professional 20-10-20

Universol 18-11-18

Peters Excel 14-6-14+6,5CaO

Universol SW 18-7-12+6CaO

Peters Excel 18-10-18

Peters Professional 15-11-29

Universol 16-5-25

Peters Excel 12-6-20+6,5CaO

Universol SW 14-7-22+5CaO

Peters Excel 14-10-26

Peters Excel 15-15-25

Universol 10-10-30 Universol SW 11-11-31+2CaO Universol HW 11-10-28

 

Approfondimento 

Substrato

Torba bionda grossolana oppure torba bionda e torba scura grossolana.

pH substrato

Fra 4 e 5, valori superiori a questi valori limitano la crescita radicale e l’assorbimento di Ferro.

Ciclo colturale

• Taleaggio a fine primavera - inizio estate.

• Pack o vasetto in ottobre.

• Invasatura finale in gennaio per Ø14-16 e in luglio - agosto per Ø 18-24.

• Ultima cimatura in giugno dell’anno di vendita.

Fotoperiodo e fioritura

Bottonatura in agosto mediante irrorazione con nanizzanti. Coltivazione a pieno sole o sotto rete antigrandine; è possibile anche sotto tunnel coperto.

Periodo invaso

Gennaio/febbraio. L’iniziazione fiorale avviene quando le piante hanno 6-10 foglie e viene favorita da temperature tra 8 e 16° C, inibita oltre 22° C. La migliore qualità di fioritura si ha a 8-12° C.

 

Problemi fitopatologici

Marciume del colletto da Phytophthora e Cylindrocladium, Muffa grigia, Marciume della chioma, Oziorrinco, Acari, Minatore fogliare, Nematodi fogliari.

Note colturali

Le Azalee sono in genere coltivate in aree con acque povere di Magnesio e di Calcio, quest’ultimo assolutamente necessario per la pianta. Nel caso che l’acqua abbia un contenuto di Calcio inferiore a 60 mg/l, usare Peters Excel per acque dolci o intervenire con nitrato di Calcio. Nel caso invece che il contenuto di calcio sia maggiore a 80 mg/l, utilizzare Peters Professional o Universol. L’azalea è una pianta sensibile alla salinità, per questo è preferibile utilizzare acque con una conducibilità inferiore a 300 us/m e con una durezza temporanea inferiore a 5° dH