L’azoto e i substrati privi di torba (peat-free) o a contenuto ridotto

9 ottobre 2019
  • Whastsapp

La disponibilità di azoto nei substrati peat-free o con contenuto di torba parzialmente ridotto

Quando si tratta di valutare la corretta applicazione di un concime all’interno di un substrato di coltivazione privo di torba (peat-free) o con tasso di torba ridotto, è bene prendere in considerazione alcuni aspetti fondamentali.

Se da un lato è vero che su questo tipo di substrati è possibile coltivare un gran numero di colture, è altresì vero che hanno caratteristiche fisico-chimiche differenti rispetto ai substrati completamente a base di torba.

Particolare attenzione va prestata:

  • agli apporti di fertilizzante
  • e ai volumi di acqua di irrigazione.

 

Prassi comune è applicare prodotti a rilascio immediato (es. nitrato di calcio) perché si cerca di compensare la decomposizione dei substrati senza torba e apportare una fonte supplementare di azoto.

Apportare azoto in questo modo però:

  • non considera che un’alta disponibilità immediata di N soprattutto nelle fasi iniziali di accrescimento della pianta, porta all’innalzamento degli indici di conducibilità elettrica e a un conseguente notevole stress, soprattutto alle radici più giovani.
  • non riesce a garantire un adeguato e continativo supporto nutrizionale alle colture. Quello che non viene utilizzato dalle piante nelle fasi iniziali di solito viene dilavato nelle prime settimane di produzione.

Apporti di azoto e efficienza nutritiva per le piante

Per ovviare a questo tipo di situazioni e migliorare l’efficienza nutritiva, ICL ha sviluppato Osmocote CalMag 10-0-0+17Ca+5MgO: una nuova tecnologia che, con un unico prodotto avvolto al 100%, fornisce un apporto giornaliero bilanciato di azoto, calcio e magnesio a cessione controllata in grado di compensare il consumo di azoto dovuto alla degradazione (mineralizzazione) microbica dei materiali organici (corteccia, compost, cocco e fibra di legno).
La miscelazione di Osmocote CalMag nel substrato di coltivazione è consigliata in combinazione con altri Osmocote, ai dosaggi più appropriati.

Particolarmete indicato per le colture a breve termine è Osmoform High N 38-0-0 durata 8-10 settimane, il cui processo di azione sfrutta la tecnologia della lenta cessione che si basa sulla lenta decomposizione delle catene di azoto. I substrati a basso contenuto di torba o che ne sono privi (peat-free) richiedono spesso maggiori apporti di questo elemento.

Per un apporto di azoto migliore e più efficiente, i produttori che si affidano a miscele peat-free o a tasso di torba ridotto, hanno a disposizione questi 2 concimi ICL.

Per consigli su misura e individuare il prodotto più adatto al tuo substrato di coltivazione, contatta l’esperto ICL della tua zona.

 

Ti interessa l'argomento? 

Leggi anche gli articoli correlati

Vai all'articolo "Substrati alternativi alla torba" Vai all'articolo "Nuovi substrati peat-free, consigli di gestione" Chiedi consiglio al tuo referente di zona