Camellia - Scheda colturale

  • Whastsapp

Coltivare la Camellia

Nella coltivazione si possono distinguere tre fasi: la fase di talea, la fase di vasetto o pack e la fase di vaso finale. 

Si suddivide in due grandi gruppi a seconda dell'epoca di fioritura: primaverile (C. japonica e C. x saluenensis) o autunnale (C. sasanqua e C. x hiemalis).

Due differenti modalità di coltivazione

La Camelia può essere coltivata apportando elementi nutritivi con due modalità differenti. La tecnica più tradizionale prevede l’utilizzo dei concimi idrosolubili, l’altra l’uso di concimi a cessione controllata, come ad esempio Osmocote. Entrambe consentono di produrre piante di qualità eppure, nonostante i notevoli vantaggi, la coltivazione con concimi a cessione controllata è meno conosciuta. L’aggiunta di Osmocote al substrato fa risparmiare sui costi di manodopera e supplisce alle mancate fertirrigazioni (in toto o in parte in funzione del dosaggio), garantendo una crescita costante e rigogliosa delle piante. Osmocote dà una disponibilità continua dei nutrienti, previene le carenze nutrizionali, riduce l’uso di idrosolubili, rende omogenea la produzione e consente una crescita ottimale delle piante anche quando non è possibile irrigare (es. periodi piovosi).

Coltivazione con Osmocote e idrosolubili

Fase Colturale

Coltivazione 100% con idrosolubile *

Mescolato al substrato (torba e perlite):

Micromax a 300-500 g/m3.

Dopo 90 gg: Osmocote Exact mini 3-4 mesi in copertura a 40 g/m2

Radicazione talee

Peters Professional 10-52-10

in alternativa:

Peters Professional 9-40-25, uno o due interventi a 0,5 g/l

Mescolato al substrato (torba e perlite):

Osmocote Exact Hi.End

in alternativa:

Osmocote Exact Standard 8/9 mesi a 2 g/l

Invaso in vasetto o pack

 

Mescolato al substrato (torba e perlite o torba e pomice):

Osmocote Exact Standard 8/9 mesi a 2 g/l

in alternativa:

Osmocote Exact Hi.End 12-14 mesi a 3-4 g/l

oppure

Osmocote Exact Hi.End 8-9 mesi a 3 g/l

Invaso in contenitore finale

Peters Professional 20-10-20

in alternativa:

Universol 18-11-18 dosaggi fino a 2 g/l/settimana

In copertura con Osmocote Exact Standard 8/9 mesi

in alternativa:

Osmocote TopDress 8/9 mesi a 1,5-2 g/l di substrato.

Riconcimazione autunnale

Peters Professional 15-11-29 

in alternativa:

Peters Professional 9-9-36

oppure

Universol 16-5-25

oppure

Universol 10-10-30 a 2 g/l/settimana

Osmocote TopDress 4/5 mesi a 2 g/l

Se le piante sono carenti, anticipare la spaziatura e la concimazione a metà/fine marzo; lo stesso per le colture in clima mediterraneo.

Riconcimazione primaverile in corrispondenza della spaziatura

Peters Professional 20-10-20

in alternativa:

in alternativa Universol 18-11-18 dosaggi fino a 2 g/l/settimana

Osmocote Exact Tablet 8/9 mesi: 1 tablet da 5 grammi per ogni 1,5 litri di substrato.

Riconcimazione estiva

Peters Professionals 17-7-27 oppure Peters Professionals 15-11-29 a 1-1,5 g/settimana.

Con la fertirrigazione continua o la subirrigazione a flusso-riflusso le dosi vanno dimezzate.

In alternativa, con acque ricche in nitrati: Peters Professional 6-18-36 oppure Universol 16-5-25

Il fabbisogno di queste fasi colturali è già soddisfatto e non servono ulteriori apporti nutritivi.

Fertirrigazioni durante la seconda fase vegetativa

Peters Professional 15-11-29

in alternativa:

Universol 16-5-25 a 2 g/l/settimana

Durante la bottonatura

Alternare ai concimi su indicati Peters Professional 10-52-10

in alternativa:

Peters Professional 9-40-25

oppure

Peters Professional 10-30-20

In clima mediterraneo ridurre le irrigazioni a 1g/l. In clima continentale usare fitoregolatori sulla 2a e 3a vegetazione

Dove non indicato, le dosi degli idrosolubili sono riferite alla fertirrigazione a spaghetto o periodica. Nel caso di flusso e riflusso ridurre la dose del 30-40%.
*Con acque normali.

Prodotti utilizzabili nella coltivazione delle annuali

Prodotti a cessione controllata

  • Osmocote Exact Hi.End 15-9-11+2 MgO+TE
  • Osmocote Exact Hi.End 15-8-11+2 MgO+TE
  • Osmocote TopDress 22-5-6

 

Prodotti idrosolubili

Gli idrosolubili suggeriti nella tabella della pagina precedente si riferiscono all’utilizzo con acqua normale. Nel caso di acque dure o dolci far riferimento alle
alternative indicate in questa tabella.
Per “acqua dura” si intende un’acqua con valori di bicarbonati (HCO3-) superiori ai 200-250 mg/l, ed una durezza dH maggiore di 9-10°.
Per “acqua dolce” si intende un’acqua con valori di bicarbonati (HCO3-) inferiori ai 100 mg/l, ed una durezza dH inferiore di 5°.
Le acque normali hanno valori intermedi.

Acque normali Acque dolci Acque dure

Peters Professional 9-40-25

Peters Professional 10-52-10

   

Peters Professional 20-10-20

Universol 18-11-18

Peters Excel 14-6-14+6,5CaO

Universol SW 18-7-12+6CaO

Peters Excel 18-10-18

Peters Professional 15-11-29

Universol 16-5-25

Peters Excel 12-6-20+6,5CaO

Universol SW 14-7-22+5CaO

Peters Excel 14-10-26

Peters Excel 15-14-25

Peters Professional 9-9-36

Universol 10-10-30

Universol SW 11-11-31+2CaO Universol HW 11-10-28

 

Approfondimento

Substrato

È una pianta che acidifica fortemente il substrato.

Ciclo colturale 

Fase di taleaggio: da luglio a novembre in contenitori alveolari, paperpot.

Passaggio al vasetto o pack: per le talee precoci nel gennaio successivo; se fatto a marzo richiede una eventuale scacchiatura apicale. Per le talee tardive il passaggio avviene il giugno successivo.

Passaggio al vaso finale: avviene dopo 6-8 mesi di vasetto o pack, con l’invasatura viene fatta anche la prima potatura.

Da giugno all’aprile successivo rimangono vaso contro vaso, poi allargate a 10 piante/m2 

Problemi fitopatologici

Glomerella cingulata; Seccume rameale; Ciborinia camelliae (patogeno da quarantena!); Cocciniglie a scudetto e cotonose; Afidi; Marciume radicale.