Diserbare in modo efficace: erbicidi pre-emergenza

  • Whastsapp

Erbicidi pre-emergenza

Alcune informazioni sui diserbanti di pre-emergenza, alcune considerazioni e delle linee guida generali: a noi piace la numero 5!

Come funzionano gli erbicidi di pre-emergenza

Gli erbicidi di pre-emergenza sono la base di un programma di controllo chimico delle infestanti per le erbacce annuali estive nei tappeti erbosi e sono utilizzati per il controllo delle graminacee annuali e di alcune malerbe annuali a foglia larga.

Persistono nel terreno e controllano le erbe infestanti sensibili per mesi. La durata del controllo dipende

  • dalle specifiche sostanze chimiche che li compongono
  • dalle proprietà fisiche e chimiche del suolo
  • dai livelli di umidità del suolo
  • dalle temperature del suolo

Una persistenza prolungata nel terreno è un vantaggio in termini di arco temporale in cui avviene il controllo delle infestanti e allo stesso tempo può essere uno svantaggio, se si prevedono operazioni di semina o rigenerazione perché sono necessari adeguati periodi di attesa dopo l'applicazione dell'erbicida prima di poter intervenire con nuovo seme.

Anche i prati di nuova semina hanno una bassa tolleranza alla maggior parte degli erbicidi di pre-emergenza, pur se applicati a germinazione avvenuta. Per condurre le operazioni di insediamento del nuovo tappeto erboso in sicurezza, vanno tenute in considerazione la dose applicata e l'etichetta dell'erbicida per determinare il tempo di rientro necessario.

Alcune considerazioni sull'uso dei diserbanti di pre-emergenza

  • Perché prima della germinazione? La modalità d'azione della maggior parte degli erbicidi pre-emergenza è l'inibizione di alcune fasi della divisione cellulare durante il processo di germinazione dei semi. Quando il seme germina, l'erbicida viene assorbito dalla radice o dal germoglio, la divisione cellulare viene bloccata, la crescita viene inibita e alla fine il seme immaturo muore. Le malerbe emerse visibili al momento dell'applicazione non sono controllate da erbicidi di pre-emergenza (salvo quelle più sensibili) e in ogni caso mai oltre all'emissione della 4° vera foglia della nuova piantina.
  • La tempistica dell'applicazione. Le varie specie di infestanti, soprattutto quelle estive come Digitaria ed Eleusine, sono tra le più fastidiose infestanti annuali del tappeto erboso. La regola empirica è quella di applicare l'erbicida di pre-emergenza due settimane prima della germinazione dei semi dell'infestante che si vuole controllare. Tuttavia, ricerche recenti hanno dimostrato che la maggior parte degli erbicidi di pre-emergenza può essere applicata precocemente e fornire ancora alti livelli di controllo nei mesi estivi successivi. Quando sono esposti all'ambiente, gli erbicidi di pre-emergenza iniziano a degradarsi principalmente per decomposizione microbica. Il degrado è maggiore in terreni caldi e umidi e particolarmente ricchi di sostanza organica. La bassa attività dei microrganismi del suolo coinvolti nella decomposizione degli erbicidi durante i mesi freddi e invernali è la ragione per cui gli erbicidi di pre-emergenza forniscono alti livelli di controllo in caso di trattamenti precoci. Per quanto riguarda l'applicazione di pre-emergenza per le erbe erbacee annuali estive, l'anticipo è sempre da preferire al ritardo.
  • La frequenza di applicazione. Le applicazioni ripetute hanno dimostrato di aumentare il controllo delle infestanti estive, in particolare con elevata presenza di loro semi nel suolo. L'applicazione di una dose nominale di etichetta, seguita da trattamenti alla dose minima dopo 6-8 settimane è efficace per ridurre anno dopo anno sia la popolazione di infestanti che si semi delle passate stagioni. Alcune ricerche hanno inoltre dimostrato che, dopo l'uso dei normali tassi di applicazione degli erbicidi per 1-2 anni, i successivi tassi annuali possono essere ridotti.
  • La tolleranza del tappeto erboso. Quando si considera qualsiasi erbicida, il primo elemento da valutare è la tolleranza al principio attivo da parte della specie erbacea auspicabile. Come regola generale, gli erbicidi pre-emergenza non sono così fitotossici per le specie erbacee consolidate come gli erbicidi post-emergenza. L’etichetta del prodotto indica le specie di tappeti erbosi raccomandate, gli intervalli di tempo necessari tra data della semina e la data di applicazione dell'erbicida per evitare lesioni.

Controllo delle malerbe infestanti annuali estive

Il massimo controllo delle erbacce annuali estive con erbicidi di pre-emergenza può essere ottenuto seguendo queste linee guida di base:

  1. Rispettare periodo e dosaggio di applicazione raccomandati. Va notato che il periodo può variare da un anno all'altro. Questa decisione risulta facilitata se si fa riferimento a previsioni del tempo a 30 giorni, soprattutto per quanto riguarda la previsione delle temperature che guidano la germinazione delle infestanti.
  2. Applicare gli erbicidi a ridosso di lievi eventi piovosi e, se non è prevista pioggia, irrigare con 10mm di acqua entro 7 giorni dall'applicazione perché agisce nel terreno e non sulle piante. Irrigazioni di intensità adeguata permettono di prevenire le perdite dovute alla volatilità, alla fotodegradazione o alla perdita per scorrimento laterale dell'erbicida (al contrario, precipitazioni abbondanti immediatamente dopo l'applicazione possono renderla inefficace). Pertanto, l'irrigazione di solito migliora il controllo delle erbe infestanti e aiuta a prevenire i movimenti laterali. La lisciviazione verso il basso viene evitata grazie al legame a colloidi e materia organica del suolo.
  3. Calibrare bene tutte le apparecchiature per l'applicazione perché un'applicazione uniforme è fondamentale per ottenere un buon controllo delle malerbe.
  4. Ritardare la falciatura fino a dopo un evento piovoso o irriguo: i tagli possono rimuovere quantità significative di erbicidi di pre-emergenza se il prodotto non è ancora stato spostato nel terreno da pioggia o acqua irrigua.
  5. Seguire pratiche culturali che promuovono la normale crescita e lo sviluppo dell'erba. Mantenere correttamente il manto erboso permette la competizione con le infestanti. La prima linea di difesa contro le infestazioni di malerbe è un manto erboso denso, sano e ben curato.

 

ARTICOLO 2 di 3 SUL DISERBO: vai agli altri 2

1 di 3 | Diserbare in modo efficace e massimizzare le prestazioni degli erbicidi 3 di 3 | Erbicidi post-emergenza