Entrare in risaia una sola volta per concimare

3 ottobre 2019
  • Whastsapp

Semplificare la concimazione del riso

Con Agromaster Riso oggi si concima una sola volta, in presemina e in asciutta. Ecco perché diciamo che è il primo concime a cessione controllata alleato dei risicoltori.

L’ambiente acquatico in cui si coltiva il riso è un ambiente unico e molto particolare che richiede pratiche agronomiche di coltivazione molto laboriose e complicate.

La concimazione del riso non fa eccezione. Il risicoltore infatti per evitare le perdite per lisciviazione è costretto a concimare il riso ripetute volte.

Come se non bastasse, l’ambiente acquatico richiede che a ogni applicazione si debbano montare le ruote dentate sul trattore.

Queste considerazioni sono alla base di una sperimentazione che ha portato alla messa a punto di un nuovo concime che applicato in presemina permette di gestire la nutrizione del riso per tutto il suo ciclo, evitando le operazioni di riconcimazione. Si tratta di Agromaster Riso, la cui cessione dell’azoto dura 4-5 mesi.

La tecnologia che permette una durata così prolungata

Questa durata di rilascio è resa possibile dalla tecnologia E-Max, ovvero una membrana semipermeabile brevettata da ICL che avvolge i granuli di urea e ha la funzione di regolare la durata della cessione dell’azoto. 

Una volta incorporato nel terreno, l’umidità penetra all’interno del granulo di Agromaster Riso e inizia a sciogliere l’urea, avviando così il rilascio dell’azoto.

Proponiamo Agromaster con 5 diverse durate di cessione dell’azoto: 1-2, 2-3, 3-4, 4-5 e 5-6 mesi (l’arco di tempo della cessione è testato a 21°C). All’aumentare della temperatura diminuisce il tempo di rilascio.

Agromaster Riso ha dimostrato di gestire nel tempo il rilascio dell’azoto per un periodo più lungo di qualsiasi altro concime. La capacità di rilasciare lentamente e in modo costante l’azoto permette la riduzione delle perdite per lisciviazione favorendone l’assorbimento da parte della coltura.

Un indiscutibile vantaggio che si somma alla semplificazione del lavoro del risicoltore.

La curva di cessione dei nutrienti di Agromaster Riso

Prima di Agromaster Riso la concimazione funzionava come mostra la linea blu di questo grafico: l’andamento a gradini illustra i 3 momenti di entrata in risaia per concimare. La linea verde mostra invece l’andamento del rilascio controllato dell’azoto da parte dell’Agromaster Riso. Una sola applicazione, fatta in presemina è sufficiente per tutto il ciclo della coltura.

La ricerca & sviluppo dietro ad Agromaster Riso

Per la messa a punto di Agromaster Riso ICL si è avvalsa della collaborazione dei migliori istituti di ricerca sul riso presenti nei principali paesi.  

In Italia collaboriamo da tempo con il Centro di Ricerca del CREA di Vercelli e con il Centro di Ricerca dell’Ente Nazionale Risi di Castello d’Agogna (VC).

I dati degli ultimi due anni di sperimentazione in campo effettuati dall’Ente Risi sono stati pubblicati a gennaio 2019 sulla rivista "Il RISICOLTORE".

Per valutare l’efficienza di Agromaster Riso sono state impostate delle prove di confronto tra la concimazione unica con il solo Agromaster Riso e le pratiche aziendali adottate nei principali areali risicoli italiani.

Abbiamo optato per una notevole quantità di prove perché la coltivazione del riso in Italia è molto diversificata a causa dei diversi tipi di terreno su cui si coltiva e per le differenti quantità di azoto che le diverse varietà richiedono.

Nonostante tutte queste variabili i risultati fino ad oggi raggiunti sono molto validi e incoraggianti: possiamo affermare che Agromaster Riso è l’unico concime a durare in risaia così a lungo da permettere all’agricoltore di evitare costose e complicate operazioni di concimazione in acqua.

Anche se siamo soddisfatti, stiamo ancora conducendo prove. In E-Max 4-5 mesi abbiamo individuato la giusta tecnologia di durata e abbiamo già introdotto a catalogo Agromaster Riso 31-7-13. Adesso vogliamo titoli sempre più performanti e diversificati sulle esigenze degli agricoltori. Ad esempio, la sperimentazione 2019 e 2020 prevede la messa a punto di un nuovo titolo: 30-8-12 che ha caratteristiche di rilascio dell’azoto differenti che lo indicato per le varietà che richiedono quantità di azoto superiori alle 150 unità o quando il terreno della risaia è decisamente troppo drenante.

E i risicoltori?

Concimare il riso 1 sola volta nella stagione e per di più in presemina è un’ottima alternativa alla pratica tradizionale.

Chi prova Agromaster Riso per la prima volta rimane sempre sorpreso quando, a luglio, vede le proprie risaie che continuano a essere verdi come quelle che non fanno parte della prova e dove, a quel punto della stagione, sono già passati due volte. Altra sorpresa alla raccolta, quando si prova con mano che le rese/ettaro e la qualità è in linea con la media degli altri campi.

Interessa? Vai alla pagina prodotto