Giugno: alte temperature, evapotraspirazione e gestione del tappeto erboso

1 giugno 2021
  • Whastsapp

Giugno: alte temperature, evapotraspirazione e gestione del tappeto erboso

Quando si affronta la gestione del tappeto erboso a giugno, il punto di partenza di ogni valutazione è l’ingresso nel periodo estivo, caratterizzato da un aumento sensibile delle temperature e dell’evapotraspirazione. Queste condizioni portano le specie microterme verso un progressivo rallentamento della crescita e rendono le piante più suscettibili a stress, mentre le macroterme aumentano il tasso di crescita.

Pratiche manutentive di giugno delle specie microterme

Diventa perciò fondamentale operare in modo da rafforzare le piante e dotarle di riserve per affrontare alte temperature e siccità. L’attenzione va focalizzata sull’approfondimento radicale e sul contenimento delle perdite di nutrienti per evapotraspirazione, effetti che si ottengono aumentando l’altezza di taglio in quanto si aumenta sia la superficie fotosintetizzante delle lamine fogliari sia la capacità di approfondimento radicale.

Il sostentamento radicale è sempre fondamentale ma gli stress termici e idrici ne accrescono l’importanza. Un ottimo aiuto sono i prodotti liquidi ad azione biostimolante che permettono di mantenere elevato il tasso di crescita radicale come pure il rafforzamento delle radici stesse. Va ricordato infatti che le radici non solo garantiscono l’approvigionamento nutritivo e liquido ma, in caso di piante indebolite o soggette a forti stress, sono anche un potenziale sito di attacco di patogeni fungini. In estate questo è particolarmente vero per le specie microterme, più sensibili alle alte temperature. In commercio esistono di molteplici tipi di prodotti ad azione biostimolante. Dal momento che molti test hanno dimostrato come i prodotti a base di alghe diano una vasta gamma di effetti benefici, in particolare in fase di radicamento e nella gestione dello stress abiotico, ICL propone Vitalnova SeaMax. In questo articolo illustriamo come Vitalova SMX apporta citochinine estratte da alghe brune Ascophyllum nodosum, (provenienti da fonti rinnovabili), amminoacidi, carboidrati e microelementi.

Allo scopo di sostenere l’apparato radicale, a giugno è anche possibile apportare un agente umettante per mantenere l’umidità più a lungo e in maniera uniforme nel profilo radicale. Ci si può affidare a uno degli agenti umettanti H2Pro, oppure in questa stagione un’ottima scelta è Vitalnova Stressbuster che ad una azione umettante combina la stimolazione delle radici grazie all’apporto di carboidrati, amminoacidi e microelementi. Questo prodotto ad azione biostimolante si può usare in emergenza anche durante il periodo estivo.

Oltre a rafforzare l’apparato radicale delle microterme, in giugno è anche di fondamentale importanza la corretta gestione dell’apporto nutritivo. Innanzi tutto va posta attenzione al Potassio che protegge la pianta dagli stress perché aumenta la consistenza della parete cellulare e diventa meno suscettibile alle patologie fungine. In più il potassio permette di aumentare le sostanze di riserva immagazinate nelle radici, culmi e stoloni. Per approfondire abbiamo preparato un articolo su potassio, tappeto erboso, estate e l'importanza della CSG (capacità di scambio cationica).

Pratiche manutentive di giugno delle specie macroterme

Per quanto riguarda i tappeti erbosi di specie macroterme, in giugno è utile aumentare la somministrazione graduale di azoto, con dosi via via crescenti durate i mesi successivi. Questo stimolare la crescita orizzontale di stoloni in superficie e incrementa lo sviluppo radicale. La quantità di azoto apportato va differenziata in base alle specie impiegate, evitando eccessi che porterebbero un accumulo eccessivo di feltro oltre ad una suscettibilità più alta a malattie funginee.

Per le specie macroterme le operazioni di verticut, aerazione e topdressing si possono intensificare durante i mesi più caldi.

Possibili problematiche del tappeto erboso a giugno

Le infestanti del tappeto erboso che si manifestano a giugno sono soprattutto graminacee macroterme come la Digitaria, la Setaria e l’Eleusine. Sarebbe bene agire in preemergenza, applicando ReadyGermiPlus. Nel caso in cui il tappeto erboso presenti di già infestazioni da malerbe a foglia larga, in post-emergenza si può intervenire con Dicoturf o Dicotex mentre nel caso di malerbe macroterme è bene affidarsi a Greenex NF.

Rhizoctonia, Phytium e Sclerotinia sono i patogeni fungini del tappeto erboso più pressanti in estate. ICL propone Bioten un Fungicida biologico ad azione preventiva assolutamente innovativo nel suo principio di funzionamento.

Consulenza su misura? Contatta l'esperto ICL