In autunno rimuovere le foglie secche in giardino è un’operazione necessaria

3 ottobre 2016
  • Whastsapp

In autunno rimuovere le foglie secche in giardino è un’operazione necessaria

Autunno è sinonimo di foglie cadenti. Le foglie secche che cadono sul tappeto erboso e non vengono rimosse hanno conseguenze sia sull’aspetto che sulla salute del  prato. E’ importante rimuovere le foglie per motivi sia estetici sia agronomici.

In questa nostra analisi non ci soffermiamo sui motivi estetici. Risulta evidente come una superficie inerbita ricoperta di foglie non rimosse appaia trasandata e poco curata: esattamente l’opposto dello scopo di chi si occupa di prato e giardino.

Ci concentriamo sugli aspetti  agronomici. Le foglie cadute e non rimosse sono dannose e possono arrivare a rovinare il tappeto erboso nell’arco di un inverno. Vediamo perché:

Motivi agronomici 

Umidità
L’accumulo di uno spesso strato di foglie crea, in una prima fase, una coperta sotto la quale si formano le condizioni ottimali di umidità. Sappiamo bene come caldo e umido siano le condizioni che innescano più facilmente le infezioni fungine. (v. link in fondo all’articolo) 

Fotosintesi
Non rimuovere le foglie porta con sé altri svantaggi. I raggi solari non arrivano a toccare le lamine fogliari. Dal momento che non fotosintetizza adeguatamente, l’erba ingiallisce ed il prato si indebolisce.

Infezioni
In un secondo momento, decomponendosi a sua volta, la coltre di foglie avvia processi di marcescenza ed infezioni varie.

Cattivo drenaggio
Da ultimo ricordiamo che i terreni che drenano male, in presenza di fenomeni di microclima umido, accentuano i propri problemi aumentando i ristagni ed innescando così ulteriori problemi (mancata ossigenazione regolare dell’apparato radicale, predisposizione al marciume radicale e basale, accentuate perdite per dilavamento di alcuni elementi nutritivi, ecc)

Luce
All’arrivo della primavera, inoltre, ciò che rimane della coltre di foglie non rimosse, non permette al tappeto in attiva crescita di ricevere ossigeno e luce.

LandscaperPro promuove le buone pratiche di manutenzione perché agire in modo agronomicamente corretto permette di limitare gli input chimici. Questo va a vantaggio dell’ambiente e, allo stesso tempo, riduce i tempi di lavoro, permettendo di risparmiare tempo e denaro.

Suggerimento

Se, nonostante la tua attenzione e cura, si sviluppano malattie fungine e cerchi soluzioni valide, visita la nostra sezione dedicata ai prodotti di cura: clicca qui
 
Perché usare le foglie secche per preparare compost?