La coltivazione professionale della Vinca

12 aprile 2021
  • Whastsapp

Coltivazione della Vinca: 5 aspetti critici da considerare

La Vinca (chatharanthus roseus) appartiene alla famiglia delle Apocynaceae ed è una pianta perenne originaria del Madagascar. Mentre nelle aree tropicali cresce in modo spontaneo, in Italia è coltivata come pianta annuale in vaso. La Vinca è apprezzata sia per e per la sua resistenza alle temperature estive elevate che per la sua fioritura continua e prolungata che va da Aprile fino ad Ottobre. Queste caratteristiche la rendono ideale ad abbellire balconi, aiuole e giardini di ogni genere. Data la sua origine tropicale, non sopporta le basse temperature invernali; nelle regioni dove le temperature inverali sono molto rigide, la coltivazione in vaso è consigliata in coltura protetta mentre nelle regioni con inverni molto miti la sua coltivazione in vaso può essere effettuata in piena aria. Per poter esprimere al meglio la sua abbondante e variegata fioritura la Vinca ha bisogno di una esposizione soleggiata e in piena luce.

  1. Invasatura, trapianto e rinvaso della Vinca

  • CRITICITÀ: utilizzo di substrati non idonei e scarsamenti drenanti (i ristagni idrici, in particolar modo con basse temperature, creano problemi di crescita e sotto i 15°C a livello radicale il rischio di clorosi è molto elevato). PH del substrato elevato. Salinità del substrato elevata. Utilizzo di materiale di propagazione non sano.
  • POSSIBILE SOLUZIONE: utilizzare un terriccio molto drenante con una bassa concimazione di base e pH del substrato 5,5 / 5,8 per la semina e 5,5 / 6,0 per l’invasatura. È molto importante mantenere il pH inferiore a 6,3 Per prevenire carenze di Ferro. Dopo l’invasatura mantenere una temperatura minima di 18-20°C fino alla radicazione; in seguito tenere 16-18°C di notte e 21-24°C di giorno; valori inferiori a 15°C a livello delle radici causano la clorosi del fogliame. Mantenere bassi indici di salinità del substrato (non superare mai i 900-1.000 uS). Verificare la qualità e la sanità del materiale di propagazione utilizzato (talee) per la coltivazione delle piante. Il trapianto, in vaso o in piena terra, si effettua in primavera.
  1. Concimazione della Vinca

  • CRITICITÀ: sovradosaggi o carenze nutrizionali. I sovradosaggi, in particolare, possono causare eccessi di salinità nei vasi che possono a loro volta rallentare lo sviluppo delle radici e bloccare lo sviluppo dei germogli.
  • POSSIBILE SOLUZIONE: Per esaltare la bellezza della pianta e favorire lo sviluppo di fiori e foglie bisogna fornire nutrienti specifici con la concimazione (attenzione ai microelementi). Mantenere bassi indici di salinità del substrato (non superare mai i 900-1.000 uS). Utilizzare un terriccio molto drenante con una bassa concimazione di base. Per la fase di fioritura continuare la concimazione in copertura come per quella di crescita. Integrare la nutrizione con chelati di Ferro per prevenire la clorosi.
  1. Protezione dalle malattie

  • CRITICITÀ: la Vinca è sensibile ai Marciumi radicali e dello stelo da Pythium, Phytophthora, Fusarium oxysporum, Rhizoctonia, Thielaviopsis. Infestazioni a foglie e fiori di Frankliniella, Ragnetto rosso, Afidi. Ingiallimento e virescenza da Fitoplasmi. Virus della Maculatura necrotica dell’Impatiens. Le cultivar “tropicana” e mediterranean” sono molto sensibili al marciume radicale da Phytophthora. Clorosi da eccesso idrico, bassa temperatura e pH elevato. Nella lotta chimica il rischio maggiore è la creazione di resistenze agli agrofarmaci da parte dei patogeni.
  • POSSIBILE SOLUZIONE: effettuare trattamenti preferibilmente con prodotti alternativi ai mezzi chimici (prodotti a base di microrganismi o insetti utili) ed effettuare trattamenti chimici mirati alternando il più possibile principi attivi con meccanismi di azione verso i diversi patogeni.
  1. Condizioni ambientali sfavorevoli per la Vinca

  • CRITICITÀ: rigidità delle temperature e calura estiva
  • POSSIBILE SOLUZIONE: in caso di temperature rigide coltivare la Vinca in vaso in coltura protetta con temperatura controllata. La temperatura minima tollerata senza creare grossi problemi in coltivazione si aggira intorno a 12-13 °C. In caso di eccessiva calura estiva ombreggiare le piante nelle ore più calde della giornata. In estate una posizione parzialmente ombreggiata permetterà di ottenere una fioritura della Vinca più duratura.
  1. Irrigazione della Vinca

  • CRITICITÀ: bagnare troppo (terriccio fradicio), bagnare troppo poco o affatto (terriccio asciutto o quasi). Utilizzo di acqua di irrigazione di scarsa qualità. Arresto della fioritura e fogliame rovinato.
  • POSSIBILE SOLUZIONE: Fare molta attenzione alle bagnature prolungate. Irrigare moderatamente: l’eccesso idrico causa rapidamente l’ingiallimento delle foglie e blocca la crescita. Prediligere le irrigazioni dal basso utilizzando il sistema a subirrigazione, a flusso e riflusso oppure con il sistema a goccia evitando possibilmente di bagnare le foglie. Analizzare periodicamente la qualità chimica dell’acqua di irrigazione che viene utilizzata (ad esempio contenuto di nitrati, Ph, conducibilità, durezza, calcare, bicarbonati, metalli pesanti). Evitare il più possibile di lasciare le piante con il substrato troppo asciutto in modo da evitare l’arresto della fioritura e il danneggiamento delle foglie.

  

ICL per la coltivazione della Vinca

Grazie all’esperienza acquisita, sperimentazioni e investimenti costanti nella ricerca di nuove soluzioni, ICL è in grado di proporre agli utilizzatori un'incredibile ampiezza di gamma e soluzioni tecnologiche estremamente innovative.

Prodotti consigliati per la coltivazione della Vinca:

  • OSMOCOTE EXACT HI K DCT 5/6 mesi con un titolo 12-7-19 + Microelementi oppure Osmocote Exact mini: son due prodotti che possono andar bene per la coltivazione della Vinca. La dimensione del granulo di Osmocote Mini può essere interessante per i contenitori più piccoli. Entrami posso essere utilizzati con un dosaggio ridotto in abbinamento agli idosolubili
  • PETERS Professional e Peters Excel: Flessibilità > Le giuste soluzioni per tutte le fasi di crescita e per le diverse situazioni.
  • MICROMAX: Colore > Migliora il colore delle colture coprendo il fabbisogno di microelemnti della Vinca anche nel post vendita.
  • H2GRO: Risparmio > Agente umettante per il terreno che migliora la distribuzione dell’acqua nel vaso facilitando l’assorbimento sia dell’acqua e di conseguenza dei nutrienti. La sua presenza può aiuatre ad evitare i problemi di stress idrici (cattiva distribuzione, eccessi) a cui la Vinca è sensibile.

 

 

Vai a Osmocote Exact Hi K DCT Vai alla gamma Peters Professional e Peters Excel Vai a Micromax Vai a H2Gro