La concimazione efficiente dell'erba medica

23 settembre 2021
  • Whastsapp

La concimazione efficiente dell'erba medica

L’erba medica è una pianta erbacea poliennale (3-5 anni in coltura specializzata) ed è una delle foraggere più diffuse. Oltre a essere utile come alimentazione per il bestiame, la sua coltivazione migliora il terreno, grazie all'azione azotoffissatrice del batterio simbionte Rhizobium meliloti . In sostanza, la sua coltivazione permette contemporaneamente di produrre foraggio e arricchire nuovamente il suolo di azoto e sostanza organica in modo naturale, grazie alla importante produzione di essudati radicali. Nonostante questa qualità della coltura, necessita comunque di una concimazione efficiente per evitare carenze e produrre al meglio.

Non ama i terreni acidi e le sue migliori prestazioni si hanno su terreni ricchi di calcio freschi e profondi. Il medicaio (che è un prato poliennale) fornisce diversi tagli in un anno; il periodo migliore per lo sfalcio dell’erba medica è quando la pianta è in fase di fioritura. L’alto tenore proteico e vitaminico (caroteni) e la possibilità di essere conservata sotto forma di fieno, insilato o farina la rende la specie più utilizzata tra le leguminose foraggere. La produzione di seme avviene generalmente durante l’ultimo anno del medicaio dopo lo sfalcio maggengo.

Fabbisogni nutrizionali dell'erba medica

I nutrienti più importanti per l’erba medica sono senza dubbio il fosforo ed il potassio, mentre le necessità di azoto sono soddisfatte dalla simbiosi con i batteri azotofissatori naturalmente presenti nei suoli dove si coltiva. Nonostante ciò, limitati apporti di azoto nei primi stadi di sviluppo consentono la partenza della pianta in tempi più brevi. Lo zolfo è fondamentale per il miglioramento qualitativo della produzione, così come pure calcio e magnesio. Carenze di molibdeno e boro vanno attentamente evitate perché il primo stimola la simbiosi con gli azotofissatori e il secondo migliora la fioritura e la produzione, specie nelle colture da seme.

Obiettivi della nutrizione

  • Miglioramento della simbiosi con batteri azotofissatori
  • Aumento della produzione per ettaro
  • Miglioramento qualitativo del foraggio (digeribilità)
  • Aumento della proteina grezza

La concimazione dell'erba medica secondo ICL

Concimazione di presemina

Notevoli benefici per la coltura dell’erba medica si hanno con l’applicazione in presemina di Polysulphate, sia nella formulazione granulare che in quella Premium (più solubile).

Polysulphate ha caratteristiche nutrizionali uniche: una molecola (polyhalite) con 4 elementi nutritivi (K, S, Ca e Mg, tutti solubili) che influiscono positivamente sulla qualità e quantità delle produzioni, in particolare migliorando gli indici di digeribilità (RFV) e il tenore proteico. A tal riguardo sono state svolte prove sperimentali che confermano l’efficacia di Polysulphate sulla qualità dell'erba medica.

Polysulphate può essere applicato in presemina all’impianto e a fine inverno negli anni intermedi del medicaio.

In caso di terreno con tenore di fosforo estremamente basso, si interverrà con dosi opportune di perfosfato.

Concimazione alla semina

Alla semina molto utile risulta l’applicazione di Agromaster Mini 10-43 o Agromaster Mini 12-44 + 5 SO3. Questi concimi a effetto starter permettono un rapido sviluppo delle plantule e un miglior affrancamento della coltura. Grazie alla tecnologia della cessione controllata Resin, presentano N e P avvolto riducendo in tal modo le perdite e fornendo alla pianta gli elementi in modo continuo e secondo le esigenze. 

Concimazione nelle altre fasi

Un altro momento di intervento nella coltura è il diserbo di post emergenza. In questa fase molto utile risulta l’applicazione di Agroleaf Liquid MolyComplex. Il Molibdeno infatti è un elemento fondamentale per l’attività azoto fissatrice del rizobio.

Nel caso di colture da seme un ruolo importante è svolto dal Boro; in tal caso l’applicazione in pre-fioritura di NutriLiquid B 11 migliora l’allegagione e lo sviluppo del seme.

La gamma ICL, grazie alla sua varietà e qualità è quindi in grado di venire incontro alle esigenze di una coltura come l’erba medica, permettendo di ottenere qualità e quantità in modo economicamente sostenibile.

 

Richiedi un piano di concimazione efficiente dell'erba medica

 

 

Vai a Agromaster | Concimi granulari a cessione controllata Vai a Agroleaf Liquid Vai a Polysulphate