La scienza degli agenti umettanti

3 dicembre 2019
  • Whastsapp

La scienza degli agenti umettanti

Da almeno due decenni i turf manager risolvono i problemi legati alle aree idrofobiche grazie agli agenti umettanti ICL, usati con successo per distribuire con efficacia l’acqua nella zona radicale e  non solo nei casi di emergenza. In questi ultimi anni, i progressi legati allo sviluppo di questi prodotti li hanno resi ancora più efficaci e sicuri.

L'acqua è una risorsa che diventa sempre più preziosa in tutto il mondo, perciò gli agenti umettanti svolgono un ruolo importante nel favorire la conservazione dell'acqua oltre a promuovere la salute e la qualità complessiva del tappeto erboso nel contesto di un programma integrato di turf management.

Abbiamo chiesto a Lana Farren, responsabile tecnico di Amega Sciences di ICL, di illustrarci il dietro le quinte degli agenti umettanti e di conservazione dell'acqua, per meglio comprendere la loro funzione ed utilità. Lana collabora con Amega da ormai 12 anni. Come responsabile tecnico, gestisce i principali progetti di ricerca e sviluppo di ICL e sviluppa i prodotti che verranno poi commercializzati.

Il team di Lana Farren: Lewis Peattie (chimico), Chris Taylor (chimico) e Oliver Peerless (responsabile di laboratorio).

"Amega Sciences è esperta nella formulazione di prodotti speciali che sfruttano le tecnologie dei tensioattivi. Questi vengono utilizzati per ottenere una migliore adesione del prodotto sulle superfici fogliari o aumentare la penetrazione di acqua nel terreno o persino migliorare la pulizia delle superfici dai residui, come ad esempio i detergenti per i serbatoi degli irroratori per uso agricolo dopo l'applicazione di prodotti fitosanitari (per rimuovere i residui dal serbatoio) o ancora aiutare a pulire ugelli e tubi. Il nostro focus principale, però, sono gli agenti umettanti e le tecnologie adiuvanti per la conservazione dell'acqua".

Perché gli agenti umettanti sono importanti per i turf manager?

"La gestione delle risorse idriche è una parte cruciale di qualsiasi coltivazione, e questo include i tappeti erbosi; l'acqua, però, pone alcuni problemi fondamentali: i costi, la disponibilità di acqua adatta all'irrigazione, e l’idrorepellenza del suolo".

"Con gli agenti umettanti possiamo ottenere un duplice vantaggio: l’ottimizzazione della risorsa idrica ne permette una riduzione di volumi e quindi una riduzione di costi. in secondo luogo, l’uniformità della distribuzione dell’acqua nel terreno evita problematiche legate all'idrorepellenza, che sappiamo può causare aree idrofobiche, compattazione e malattie, fattori problematici nella realizzazione di superfici uniformi. Usare agenti umettanti della gamma H2Pro nel programma di manutenzione e concimazione, contribuisce a contrastare tutti questi problemi e permette di ottenere zolle sane, distribuendo l'acqua in maniera uniforme e senza ristagni".

Perché tanto impegno nella ricerca

Ciascun prodotto della gamma di agenti umettanti e di conservazione dell’acqua H2Pro è progettato specificamente per un determinato compito, e possono occorrere anni per ricercare e sviluppare questi prodotti, testandone a lungo le prestazioni prima dell’ingresso nel mercato.

I responsabili tecnici del settore tappeto erboso di Amega Sciences e ICL mantengono una stretta collaborazione per garantire che i prodotti abbiano prestazioni eccellenti.

Abbiamo chiesto ancora a Lana Farren: "È complicato portare sul mercato una gamma di agenti umettanti?"

"Bisogna investire molto tempo e molti sforzi nella ricerca. Non è un processo facile, e lo sviluppo anche di un singolo prodotto richiede un'enorme quantità di lavoro. Ci sono molti tipi di tensioattivi, di diverse categorie chimiche, e tutti hanno effetti differenti sulle superfici a cui sono applicati. Dato che mescoliamo insieme diverse categorie chimiche, dobbiamo anche stabilizzarle nella formulazione per assicurarci che il prodotto resti efficace per 2 anni dopo essere stato realizzato".

Cosa rende i prodotti H2Pro diversi dagli altri agenti umettanti sul mercato?

"Per cominciare, serve una buona conoscenza dei tensioattivi e di come mettere a punto le formulazioni per ottenere ciò che vogliamo offrire in termini di prestazioni. Una volta selezionati e stabilizzati i tensioattivi, le formule vengono quindi sottoposte a rigorosi test di stabilità a diverse temperature per garantire che restino stabili nelle più diverse condizioni climatiche di tutto il mondo. Eseguiamo prove di tensione superficiale, capacità di diffusione, penetrazione, imbibizione e altri ancora, tutti condotti internamente presso i laboratori di chimica di Amega Sciences. I prototipi vengono quindi sottoposti a controlli di fitotossicità e vengono verificati gli effetti sulla resa della coltura target nei laboratori di biologia di Amega Sciences. Dopo i primi screening nei laboratori di biologia, i prodotti più performanti vengono scelti per prove sul campo in diversi siti in tutto il mondo. Questo garantisce le prestazioni desiderate su diversi tipi di erba, o su colture diverse, e in molteplici condizioni ambientali. Abbiamo diversi siti in tutto il mondo, sia nelle università che nei siti di ricerca privati, tra cui nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Australia".

ICL e Amega non si limitano alla prima serie di risultati: ciascun prodotto viene testato in diversi siti di prova prima di essere immesso sul mercato. Questa procedura normalmente richiede circa 2-3 anni.

"Abbiamo un solido background di prove sul campo e test. In questo modo possiamo garantire che i nostri prodotti restino stabili finché sono nel flacone, che faranno ciò per cui li abbiamo sviluppati e che daranno un vantaggio comprovato alla coltura target. Come ultima fase dello sviluppo, testiamo il tasso di applicazione del prodotto nelle miscele in serbatoio con tutta la nostra gamma di prodotti per tappeti erbosi. Questo permette ai turf manager di essere informati sulla possibilità di miscelare insieme due diversi prodotti ICL per ottimizzare le operazioni di gestione. (Nota: per visionare la tabella di miscibilità contattare un tecnico ICL).

Che cosa dovrebbero fare i turf manager che cercano di migliorare l'uso degli agenti umettanti?

"Molti hanno l'idea sbagliata che i tensioattivi e tutte le tecnologie degli agentiumettanti siano uguali. I prodotti basati su agenti umettanti sono progettati per scopi diversi, quindi è essenziale utilizzare prodotti di alta qualità supportati da dati di test indipendenti. Inoltre, consigliamo sempre un approccio preventivo tramite un programma con agenti umettanti nel contesto del programma di fertilizzazione e manutenzione, in modo da garantire anche l'umidità del suolo e prevenire i problemi prima che emergano".

 

 

Scopri gli agenti umettanti H2Pro