Le operazioni di Maggio di manutenzione del tappeto erboso

2 maggio 2022
  • Whastsapp

Tappeto erboso, giardino, prato, campi sportivi, manti erbosi: le operazioni di maggio di manutenzione del verde

Nei tappeti erbosi a maggio le piante d’erba reagiscono ai repentini innalzamenti di temperatura, modificando e adeguando velocemente il proprio metabolismo. Tuttavia nei giardini micro- e macroterme reagiscono in modi totalmente opposti. Infatti, all’aumentare delle temperature:

  • le specie microterme riducono progressivamente la propria capacità di produrre radici
  • le specie macroterme beneficiano molto dagli aumenti di temperatura. Affinché l’apparato radicale riesca a sostenere bene l’intenso sviluppo di questo periodo, serve che il tappeto erboso sia stato già preparato mediante verticutting e concimato in modo mirato per favorire le radici.

Come gestire i tappeti erbosi di microterme prima dell’arrivo delle alte temperature estive

Per buona parte di maggio le specie microterme sono ancora in un’ottima fase di accrescimento ma all’aumentare delle temperature riducono la capacità di produrre radici. Per questo a maggio si eseguono concimazioni bilanciate. Nella gamma LandscaperPro ICL propone Universtar Balance o Maintenance, nella gamma SierrablenPlus va scelto SpringStarter o nella gamma ProTurf si può optare per High NI concimi antistress ad alto tenore di potassio sono da considerare solo con la fine di maggio-l’inizio di giugno. Entro maggio dovrebbero esser concluse tutte le pratiche colturali invasive (verticutting, carotature…) per permettere al tappeto erboso di sviluppare al meglio la parte aerea e le radici prima degli stress estivi.

Tappeti di microterme a maggio, malerbe infestanti e malattie fungine: cosa non dimenticare

Infestanti a maggio: le temperature di maggio stimolano l’emergenza delle malerbe e in particolar modo delle infestanti annuali monocotiledoni. Per evitare che compaiano digitaria, eleusine indica, portulaca, ecc. si agisce in prevenzione, mantenendo la superficie inerbita sana, densa e vigorosa. Ottimo valutare l’impiego di un diserbante antigerminativo specifico per inibirne la germinazione per lungo tempo. Ready GermiPlus® è particolarmente indicato.

Malattie fungine a maggio: ogni giardino ha una sua storicità ed è bene valutare ora il rischio di insorgenza futura di malattie fungine estive. Consigliamo l’applicazione preventiva di Bioten®, un fungicida completamente biologico che agisce verso Pythium spp., Phytophthora spp., Rhizoctonia solani, Sclerotinia spp., Sclerotium rolfsii, Armillaria mellea, Thielaviopsis basicola, Verticillium dahliae ( )

Antigerminello a maggio: le microterme sono all’apice del loro accrescimento. PrimoMaxx® II è un regolatore di crescita capace di contenere la sola crescita verticale (apicale) senza limitare l’accestimento o la crescita laterale in caso di specie stolonifere. PrimoMaxx II è molto performante. Tra i molti vantaggi, in questo articolo ci limitiamo a citare questi 5:

  1. Miglior esecuzione del taglio grazie alla minor massa sviluppata
  2. Qualità estetica superiore del manto erboso grazie alla maggior concentrazione di elementi nutritivi che si ottiene all'interno della pianta e del fogliame in virtù del minor allungamento dei tessuti
  3. Tessuti meno allungati e quindi meno sottili ed acquosi determinano piante meno suscettibili a disidratazione, malattie fungine e danni da calpestio.
  4. Aumento della massa radicale e quindi pianta con sviluppo più bilanciato
  5. Indispensabile in caso di trasemine per ridurre i tagli.

Come gestire i tappeti erbosi di macroterme a maggio  

Le specie macroterme a maggio finalmente raggiungono una fase di sviluppo ottimale grazie a temperature più elevate e giornate più lunghe (aumento del fotoperiodo). Contrariamente alle specie microterme, il metabolismo delle macroterme consente una buona radicazione anche a temperature decisamente elevate. Per questo a maggio si seminano tappeti erbosi di macroterme o si procede con la posa in opera di zolle. Le specie che sviluppano più precocemente sono le più aggressive, come ad esempio cynodon dactylon rispetto a zoysia o stenotaphrum. La varietà di gramigna Rio di ICL è particolarmente performante per la semina di aree sportive o a uso molto intenso. 

In semina e posa in opera di zolle impiega sempre un concime ricco di fosforo, meglio se con un rilascio continuo. Ottimo è SierrablenPlus Turf Starter perché la tecnologia Pearl® rilascia il fosforo -ottenuto da fonti rinnovabili- nell’arco di molte settimane senza alcuna perdita o fissazione di fosforo nel terreno. Assicurati di applicare sempre concimi bilanciati su tappeti erbosi maturi; evita i concimi azotati puri o a pronto effetto per non indurre una crescita eccessiva della parte epigea che va a discapito dell’apparato radicale. Solo con la cessione corretta degli elementi nutritivi ti permette di ottenere piante dallo sviluppo armonico.

La crescita delle specie macroterme è direttamente proporzionale all’aumento delle temperature. Le regioni più calde d’Italia sono generalmente in netto anticipo vegetativo rispetto alle altre e sono le prime a trarre vantaggio dall’applicazione del regolatore di crescita PrimoMaxx® II che permette di contenere lo sviluppo apicale e di conseguenza i tagli. Per le regioni meno calde si può posticipare l’applicazione al mese di giugno. Anche per le specie macroterme è adeguato applicare a maggio diserbanti antigerminativi come Ready Germiplus®.

 

Per aumentare la tua conoscenza su alcuni aspetti legati agli argomenti trattati in questo articolo, qui sotto trovi alcuni link interessanti:

Come gestire la Sclerotinia homeocarpa (o Dollar Spot)
La corretta concimazione fosfatica del prato in rotoli

 

APPROFONDIMENTO: Coltivare prato, giardino o tappeto erboso denso, senza l'incubo delle malerbe infestanti