Nutrizione liquida: esperienze italiane

  • Whastsapp

Esperienze con NutriLiquid in Italia

Declinando le esperienze israeliana e spagnola di ICL, abbiamo creato i titoli adatti all'Italia. Li stiamo testando da 3 anni con buon successo su molte colture. In questa pagina condividiamo con te la nostra esperienza.

Abbiamo deciso di sviluppare NutriLiquid anche per l'Italia, perché gestire la fertirrigazione con questa metodologia, oltre ad ottimi raccolti, dà notevoli vantaggi in termini di comodità e gestione della concimazione, perchè l'assistenza è parte integrante del prodotto.

Come è gestita:

  1. Il tecnico ICL redige i piani di concimazione secondo le tue richieste ed aspettative: porti a raccolta la coltura senza inconvenienti di natura nutrizionale.
  2. Un rapporto di stretta collaborazione: ICL ci mette il know-how internazionale e la capacità di adeguarlo alle condizioni operative della tua azienda, tu collabori a formulare l’analisi complessiva della coltura/varietà da concimare, le analisi del terreno e dell’acqua di irrigazione.

Esperienze centro-sud

Orticole in serra e pieno campo

Con la fertirrigazione a base di concimi liquidi, i titoli ed i dosaggi vengono scelti in seguito allo studio e all’analisi dell’acqua e del terreno e sulla base degli obiettivi produttivi della coltura.

Actinidia (Zespri Gold G3)

Una corretta potatura, impollinazione e diradamento dei frutti, sono pre-requisiti necessari per l'ottenimento di produzioni qualitativamente e quantitativamente interessanti.

Esperienze Nord-Ovest

Cipolla da industria

Con questa strategia di fertirrigazione, la concimazione della cipolla da industria prevede di gestire l’intero ciclo colturale con un solo titolo, variando unicamente le dosi (kg/ha) per intervento in funzione della fase vegetativa.

Questo permette di arrivare alla raccolta con:

  • una elevata resa ad ettaro
  • un calibro estremamente uniforme 
  • una buona conservabilità della produzione.
 
Pomodoro da industria

La concimazione del pomodoro da industria con la strategia di fertirrigazione di ICL prevede l’uso di 2 titoli diversi, ciascuno col proprio effetto specifico sulla coltura. A seconda dei caratteri varietali, subito dopo il trapianto serve un concime che porti piante ben bilanciate e possibilmente compatte, un rapporto pianta/fiori equilibrato ed un buon impalcamento. In una seconda fase, invece, serve un concime che dia un adeguato ingrossamento delle bacche e che supporti i caratteri qualitativi previsti dell’industria di trasformazione.

Esperienze Nord-Est

Pero

I titoli in tabella sono relativi ad un piano di nutrizione redatto in provincia di FE. In generale questi piani di concimazione poggiano su 2 aspetti:

  • obiettivi di produzione e parametri qualitativi da ottenere
  • conoscenza delle caratteristiche fisico-chimiche del terreno e dell’acqua di irrigazione

 

Dall'analisi di questi 2 obiettivi si ottengono i dati per determinare le unità da apportare ed il titolo più idoneo. A differenza di altre zone d'Italia, l'areale romagnolo si caratterizza per livelli bassi di SO nel terreno, scarsa disponibilità di fosforo e elevate percentuali di calcare attivo.

Actinidia