Potassio, tappeto erboso, estate: l’importanza della CSC, capacità di scambio cationica

25 maggio 2021
  • Whastsapp

Potassio, tappeto erboso, estate: l’importanza della CSC, capacità di scambio cationica

In estate la gestione del tappeto erboso si concentra sul potassio. Le piante vanno preparate all’arrivo delle temperature elevate e alla riduzione dell’apporto idrico. Le operazioni di arieggiatura del tappeto erboso in genere sono terminate perché potrebbero permettere l’entrata di infestanti macroterme estive.

Quindi l’elemento dove focalizzare l’attenzione è il potassio e di conseguenza la scelta dei concimi più adatti.

Il potassio e la sua funzione nella crescita del tappeto erboso

Il potassio è essenziale per la crescita delle piante. È utilizzato da oltre 60 enzimi vegetali, coinvolti in varie reazioni biochimiche compresa la produzione di zuccheri e amidi. Il potassio aumenta la resistenza alle malattie delle piante d’erba perché rafforza le pareti cellulari e aumenta la resistenza invernale ed estiva e la tolleranza alla siccità.

Tra i cationi necessari alla crescita delle piante, il potassio è quello assorbito in maggiore quantità. Viene assunto dalle radici tramite il terreno e circola in tutta la pianta sotto forma di K+. A differenza dell'azoto e del fosforo, che prendono una serie di forme diverse, il potassio è presente nel terreno in un'unica forma e non cambia. Tuttavia, nonostante sia in un’unica forma, la sua disponibilità cambia molto in funzione del tipo di terreno, le sue possibili diverse tessiture del suolo e le condizioni climatiche.

Vi sono livelli nativi di potassio nel terreno che dipendono da vari fattori, tra cui le precipitazioni: regimi piovosi abbondanti possono abbassare i livelli di potassio. Tuttavia, anche in aree che hanno riserve di potassio più elevate, la quantità di potassio disponibile per la crescita delle piante può essere bassa. Come mai? Dipende caratteristiche fisiche del suolo che non possono essere cambiate, quali il tipo se è presente argilla e di che tipo e dalla capacità di scambio di cationi del suolo (CSC o CEC).

Potassio e Capacità di Scambio Cationica (CSC)

L’argilla -elemento immutabile- ma anche la materia organica -elemento variabile-  sono caricati negativamente e quindi hanno la capacità di contenere formazioni cariche positivamente, come il potassio (K+), il calcio (Ca++), il magnesio (Mg++), il sodio (Na+) e l’idrogeno (H+). In contrasto con l'imprigionamento causato dall'argilla dei tipi di suolo, il potassio viene adsorbito ed è un fattore utile alla sua disponibilità.

La capacità del terreno di trattenere questi cationi caricati positivamente è chiamata capacità di scambio dei cationi dei suoli.  La CSC è una misura importante per la fertilità dei suoli e indica il numero di siti di scambio disponibili nel terreno, che rappresentano la modalità con cui la pianta riescie ad assorbire gli elementi perchè resi disponibili e non imprigionati dalle cariche elettriche del terreno.

La disponibilità di potassio aumenta con l'aumentare della percentuale di siti di scambio occupati con potassio e per conoscere sia i livelli di potassio presenti che la CSC, ci si affida a un’analisi del terreno. Idealmente, il potassio dovrebbe occupare circa dal 3 al 5% dei siti di scambio.

Il potassio e i tappeti erbosi sportivi

I campi sportivi prevendono sistemi costruttivi del tappeto erboso che prevedono elevata percentuale di sabbia e quindi non contengono argille che possano facilmente trattenere gli elementi. In pratica non hanno argilla e i libelli di sostanza organica sono estremamente bassi. Ne risulta che ci sono pochissimi siti di scambio, rendendo i terreni sabbiosi più esigenti in termini nutritivi.

Il potassio, così come il resto dei cationi, è soggetto a lisciviare molto rapidamente. Nei terreni sabbiosi è bene riuscire a mantenere valori di potassio più costanti rispetto ai terreni non sabbiosi come, ad esempio, quelli argillosi e applicare concimi con potassio a lento rilascio o cessione controllata. Su questi terreni il quantitativo di potassio deve essere apportato in modo similare a come viene applicato l'azoto

Range ottimale di K, Mg e Ca nel terreno in base alla capacità di scambio cationico

  5 ppm 10 ppm 15 ppm 20 ppm
Potassio 91 - 120 121 - 160 151 - 200 181 - 240
Magnesio 60 - 119 120 - 239 180 - 359 240 - 479
Calcio 600 - 1.199 1.200 - 2.399 1.800 - 3.599 2.400 - 4.799

La concimazione pre-estiva ottimale del tappeto erboso

Dovendo scegliere i prodotti più aderenti ai bisogni del tappeto erboso, come concimazione pre-estiva dobbiamo ricordarci di considerare, oltre al tenore di potassio, anche la percentuale di azoto a cessione controllata o lenta cessione. Sottolineiamo l’importanza della cessione lenta o controllata dell’azoto perché nel periodo caldo vanno evitati rilasci di azoto non controllato in quanto può mettere a rischio la salute delle piante, aumentandone la suscettibilità a malattie funginee che più sono stimolate dagli eccessi nutrizionali combinati con le alte temperature, come ad esempio la Rhizoctonia e il Pythium.  

Per una concimazione pre-estiva ottimale, ICL consiglia diversi prodotti, basati su tecnologie differenti, ciacuno con caratteristiche proprie molto specifiche:

 

Per la scelta corretta i base alle tue condizioni di coltivazione puoi contattare un esperto ICL.

Se vuoi approfondire alcune pratiche manutentive del tappeto erboso a giugno e/o inizio estate, abbiamo preparato un articolo di approfondimento.

Approfondisci le pratiche manutentive pre-estive