Prato in rotoli e nuove tecnologie nutritive per la corretta concimazione fosfatica

27 aprile 2020
  • Whastsapp

Prato in rotoli e nuove tecnologie nutritive per la corretta concimazione fosfatica.

Prende sempre più piede anche in Italia la produzione del prato precoltivato, commerciato in zolle perché ne è aumentata la richiesta e l’utilizzo. Si sceglie di posare il prato in rotoli (rizollatura) per gli indubbi benefici di contrazione dei tempi e pronto effetto. 

Vantaggi del prato in rotoli 

La semina ha finestre temporali relativamente brevi mentre con la rizollatura si ha a disposizione tutto il periodo di crescita vegetativa e l'effetto estetico si ottiene in modo pressoché istantaneo.

Ci sono poi altri vantaggi che rendono questa pratica sempre più richiesta:

  • i produttori di tappeto in rotoli possono agire a pieno campo contro le infestanti, riuscendo a fornire zolle praticamente prive di malerbe. Questo è molto importante, viste le limitazioni di utilizzo di diserbanti in aree frequentate dalla popolazione.
  • le zolle di prato a rotoli hanno una maggiore qualità in termini di fittezza. Diversamente dalle giovani piantine nate da seme che faticano ad affermarsi ogni volta che vi sia un parametro non ottimale per la nuova crescita, nel prato in zolle, le piantine sono state seminate in pieno campo, in piano, senza ombra, senza traffico o altri stress, seminate nel miglior momento possibile per l’ottenimento di un prato di qualità.
  • Le zolle trapiantate, se si trovano a fronteggiare condizioni non ottimali, essendo già affrancate dal delicato periodo di crescita, hanno migliori possibilità di successo.

Accorgimenti per la deposizione delle zolle 

Anche per la deposizione delle zolle è richiesta la conoscenza dei metodi di inzollatura e le giuste cure post impianto. I principali suggerimenti per una posa in opera ottimale delle zolle sono:

  • scegliere la composizione floristica (specie e varietà) più adatta alle condizioni ambientali e di utilizzo del tappeto
  • scegliere zolle allevate su terreno compatibile con quello dove avviene la posa definitiva. Infatti tessiture simili aiutano le radici ad approfondirsi, evitando che si limitino a insediarsi solo nella porzione di terreno della zolla stessa
  • preparare un terreno di posa che sia adatto per caratteristiche chimiche e fisiche all'insediamento delle radici.

Preparazione del terreno di posa: la disponibilità del fosforo

Quando si prepara il terreno dove verranno posate le zolle di prato a rotoli, riveste particolare importanza la disponibilità di fosforo. Il fosforo è molto presente nei tessuti giovani e quindi particolarmente importante -oltre che al momento della germinazione-, per la radicazione ottimale. Il fosforo è presente negli acidi nucleici, nelle membrane cellulari, nei sistemi di trasferimento dell’energia, nei processi fotosintetici.

Essendo caratterizzato da una bassa mobilità nel terreno, spesso il fosforo si trova in forme non assimilabili dalla pianta, anche se presente in buona quantità nel terreno. La scarsa mobilità del fosforo inorganico è dovuta principalmente all’elevata reattività degli ioni fosfato nei confronti di numerosi costituenti del suolo e al loro conseguente forte adsorbimento.

Se oltre a ciò si opera in suoli sabbiosi, le perdite per lisciviazione possono far sì che la scarsa presenza di fosforo divenga uno dei principali fattori limitanti per la buona riuscita anche della rizollatura, perché le concentrazioni di fosforo disponibile possono essere decisamente basse rispetto ai fabbisogni ottimali per le piante.   

Assicurare il fosforo all’apparato radicale nei primi stadi

Per ovviare a questa situazione, la ricerca scientifica ha fornito soluzioni che permettono prestazioni eccezionali al tappeto erboso. La tecnologia Pearl® rilascia il fosforo solamente in risposta agli acidi organici prodotti dalle radici e di conseguenza il fosforo è assorbito solo in base alla richiesta della pianta. Questa tecnologia è presente in due titoli di SierrablenPlus: si è ottenuto così un concime a cessione controllata di qualità superiore che incrementa la radicazione e usa i nutrienti in modo più efficiente rispetto alle tradizionali risorse di fosfato ammonico.

Pearl® è una tecnologia che elimina il rischio di lisciviazione del fosforo dai terreni o la sua irreversibile indisponibilità nelle particelle di suolo e, impiegando fosforo riciclato ottenuto dall'estrazione di forme presenti nelle acque reflue, risponde a caratteristiche di sostenibilità e compatibilità ambientale.

SierrablenPlus con tecnolgia Pear® per una radicazione ottimale

I concimi Sierrablen Plus, combinano le tecnologie Poly-S e PACE per un rapido rinverdimento iniziale ed una maggiore durata del rilascio. Nella gamma sono stati inseriti anche 2 titoli con la tecnologia Pearl®, ovvero del fosforo da fonti rinnovabili: SierrablenPlus Turf Starter e SierrablenPlus Renovator PT che permettono di avere la tecnologia di rilascio secondo i fabbisogni anche per quel che riguarda il fosforo per tutte quelle situazioni quali semine, rigenerazioni ed rinzollature, nelle quali la gestione di questo elemento è fondamentale per accelerare lo sviluppo e ottenere precocemente piante ben affermate. Specifico per la posa di tappeto erboso a rotoli è SierrablenPlus Renovator PT 11-11-5+8MgO

Scopri SierrablenPlus Renovator PT con tecnologia Pearl