Sintomi e riconoscimento delle carenze nutrizionali

25 giugno 2020
  • Whastsapp

Carenze nutrizionali nelle pante: come riconoscerle e trattarle

Gli squilibri nella crescita delle piante derivano da i più svariati motivi: asfissia radicale, necrosi delle piante, eccessiva luminosità, picchi di freddo, variazione di pH del substrato, ecc. Le carenze nutritive delle piante influiscono molto sulla qualità finale delle produzioni.

Gli elementi di cui si nutrono le piante sono diversi: i macro e i mesoelementi sono di primaria o secondaria importanza e i microelementi sono assorbiti in quantità minori. Tutti giocano ruoli diversi nello sviluppo della pianta che, tuttavia, sono ugualmente importanti.
Gli squilibri che si generano a causa delle carenze nutrizionali portano a sintomi specifici come:

  • bordature
  • schiarimenti
  • decolorazioni
  • arrossamenti.

A seconda dell’elemento carente, si evidenziano in una o più parti della pianta.

Dove si manifestano le carenze nutritive delle piante 

Come si manifestano le carenze nutritive delle piante

Manganese (Mn)

Importante per la fotosintesi, è un elemento costituitvo degli enzimi e della lignina che serve per dare rigidità a pareti cellulari.
Sintomi da carenza
• Ingiallimento tra le nervature delle giovani foglie.
• Riduzione della crescita radicale.
• Inibizione della crescita e malformazioni delle foglie, seguite da necrosi di foglie/aghi.

Ferro (Fe)

Essenziale per la fotosintesi, è necessario per la formazione dei cloroplasti.Importante per la crescita radicale.
Sintomi da carenza
• Perdita di colore delle giovani foglie nella parte internervale: decolorazione da verde chiaro a giallo o in casi gravi bianco.

Zolfo (S)

È un elemento costitutivo di proteine e vitamine che stimola sia crescita radicale sia irrobustimento delle piante. Contribuisce alle caratteristiche olfattive della pianta.
Sintomi da carenza
• Iniziale ingiallimento delle giovani foglie, seguito dal resto della chioma.
• Mancata crescita.

Molibdeno (Mo)

Partecipa alla composizione di enzimi che convertono i nitrati in proteine. È un elemento costitutivo di alcuni ormoni.
Sintomi da carenza
Giovani foglie:
• Malformazione.
• Ingiallimenti (talvolta tra le nervature fogliari), necrosi di foglie e margini fogliari.
Foglie vecchie:
• Ingiallimento causato dalla non corretta conversione dell’azoto nella pianta.

Magnesio (Mg)

È necessario per le pareti cellulari, fornendo così resistenza alla pianta. Essendo un elemento costitutivo di alcuni enzimi e cloroplasti, è essenziale per la fotosintesi.
Sintomi da carenza
• Ingiallimento delle foglie adulte a partire dal margine fogliare le nervature rimangono verdi.
• Se la carenza persiste vi è anche perdita di colore delle giovani foglie.

Calcio (Ca)

Necessario per la formazione delle pareti e delle membrane cellulari.
Sintomi da carenza
• Riduzione della traspirazione.
• Macchie vetrose nelle giovani foglie, fiori e frutti.
• Necrosi dei margini fogliari o degli aghi.

Zinco (Zn)

È necessario per la produzione delle auxine e partecipa alla costituzione degli enzimi.
Sintomi da carenza
• Crescita stentata.
• Macchie clorotiche nelle giovani foglie.

Rame (Cu)

Importante per la fotosintesi e la formazione delle vitamine, è coinvolto nel processo di lignificazione.
Sintomi da carenza
• Necrosi di gemme, meristemi, germogli e foglie. Appassimento.
• Elevata ramificazione per la perdita della dominanza apicale (in particolare dei germogli).
• Ingiallimento o ingrigimento e arricciamento delle giovani foglie.

Boro (B)

È un elemento costituivo delle pareti cellulari e degli enzimi che regolano la divisione cellulare. Stimola lo sviluppo degli apici vegetativi e ha un ruolo importante in vari processi metabolici.
Sintomi da carenza
• Necrosi dell’apice vegetativo.
• Malformazione delle giovani foglie.
• Malformazione dei frutti.

Potassio (K)

Ha un importante ruolo nell’apertura e chiusura degli stomi e anche vari ruoli all’interno dei processi metabolici della pianta. Dà forza e struttura alle cellule.
Sintomi da carenza
• Inibizione della crescita.
• Appassimento della pianta in condizioni di asciutto.

Azoto (N)

Elemento costitutivo di cloroplasti e proteine, stimola l’accrescimento delle piante.
Sintomi da carenza
• Foglie adulte verdi chiare o ingiallite; possibile presenza di macchie fogliari.
• Inibizione della crescita della parte aerea.
• Forte crescita delle radici.

Fosforo (P)

È un elemento costitutivo delle pareti cellulari, essenziale per la formazione di gemme, fiori e semi. Stimola la crescita radicale ed è importante per i processi energetici nella pianta.
Sintomi da carenza
• Scarso sviluppo dell’apparato radicale.
• Decolorazione delle foglie adulte da rosso a verde o viola.

Per evitare i problemi generati dalle carenze nutritive nelle piante, devi assicurarti di usare concimi che apportino i macro, meso e micro elementi necessari. Scopri qui le gamme di concimi ICL per il florovivaismo.

Ti interessa approfondire l'argomento? Leggi gli articoli correlati!

Leggi l'articolo "Bilanciamento tra elementi nutritivi" Leggi l'articolo "Antagonismo e sinergismo" Leggi l'articolo "Danni da asfissia radicale"