Norwood Park Golf Club (UK): un esempio di successo

Grant Lee, Course Manager al Norwood Park Golf Club (UK), è stato incontrato dai tecnici ICL ai quali ha raccontato di come ha deciso di concentrarsi sulla creazione di un programma di miglioramento delle prestazioni dei greens delle 18 buche del Norwood Course.

A seguito della discussione circa la salute del percorso con il tecnico ICL Simon Hardcastle, è stato presentato il nuovo software iTurf; Grant si è dimostrato soddisfatto dalla professionalità dell'azienda, di come fosse facile da utilizzare il programma e della possibilità di creare soluzioni personalizzate in aggiunta alle raccomandazioni impostate da Simon.

ICL, grazie a questo software, può fornire un programma creato su misura, che copre le necessità di tutto l'anno, cercando di prevedere le problematiche al fine di anticipare la risoluzione delle stesse. Mettere in atto un programma di questo tipo richiede ai tecnici di poter attingere da tutti i metodi disponibili: colturali, biologici e chimici.

Come spiegato dai tecnici ICL l'obiettivo è di rendere al groundsman l'utilizzo dell'ITM (Integrated Turf Management) il più facile possibile, utilizzando una base di ricerche e dati concreti, piuttosto che teorie. Per raggiungere questo risultato, sono state condotte preventivamente delle prove presso lo STRI negli anni precedenti, portando alla maturazione dati utilizzabili nel programma.

L'ITM si basa sulla filosofia aziendale di utilizzare i migliori prodotti nel modo più efficiente e responsabile.

L'obiettivo di Grant era di raggiungere degli obiettivi specifici:

  • Miglior uniformità e consistenza dei greens.
  • Diminuire la lisciviazione dei nutrienti, considerato che i greens del Norwood sono in sabbia silicea.
  • Mantenere colorazione e crescita uniforme per tutta la stagione.

 

Grazie all'iTurf Program Grant è riuscito ad ottenere i risultati sperati.

Sull'obiettivo di ottenere una maggiore consistenza del green, Grant racconta: "Con i precedenti prodotti si presentava una crescita iniziale molto forte, che si esauriva velocemente nel tempo, mentre con il programma iTurf e applicazioni di SierraformGT a lenta cessione a circa 25 g/m2 ogni due mesi, sono riuscito ad avere una crescita omogenea".

"Siamo flessibili con le tempistiche delle applicazioni, assecondando le condizioni del green e del tempo metereologico". Dice ancora Grant: "Il mio scopo è ora applicare l'iTurf program a tees e surrounds".

I benefici dell'ITM non si limitano al breve periodo: seguire i programmi iTurf aiuta il tappeto erboso ad essere più resistente agli stress e in salute, in modo che possa tollerare anche gli stress degli anni successivi.

Conoscere in modo approfondito le condizioni operative e le caratteristiche dei prodotti, permette di scegliere in modo adeguato e ottenere il risultato perfetto.

Gli esperti di ICL lavorano affinchè i turf managers possano raggiungere i loro obiettivi non dimenticando le loro responsabilità ambientali, attenendosi alle leggi circa l'utilizzo dei prodotti chimici e nel rispetto dell'ambiente.

Alla luce di queste considerazioni è di grande utilità il software iTurf in quanto presenta soluzioni ai problemi che aiutano il greenkeeper nell'ottimizzare il suo lavoro in maniera sostenibile.