Ripresa dopo il lockdown: problemi di scalping?

23 aprile 2020
  • Whastsapp

Tra i vari problemi causati dal coronavirus c'è anche lo scalping dell'erba

Se non si taglia l’erba per lunghi periodi di tempo, le piante crescono libere e si adattano all’habitus di crescita naturale della propria specie. La lamina fogliare si sviluppa in altezza e l’apparato radicale si sviluppa in profondità. Ora è tornato il momento in cui i manutentori del verde possono tornare a gestire i tappeti erbosi dei propri clienti e la situazione che trovano non permette di rispettare le 2 regola fondametali:

  1. tagliare al massimo 1/3 della lunghezza fogliare
  2. tagliare all’altezza massima raccomandata per la specie che compone il prato

Il primo taglio risulta inevitalmente in uno scalping che crea un forte stress: tagliando molta lamina fogliare viene a mancare apparato fotosintetizzante. La pianta userà quindi i carboidrati di riserva dalle radici. 

Ecco come risulta il primo intervento alla ripresa dopo il lockdown*:

Consigli pratici per la gestione del tappeto erboso dopo il lockdown

Massimizzare l'attività fotosinteticaNutrire, riducendo però il numero di concimazioni ed evitando il rilascio istantaneo di nutrientiTornare gradualmente alla normalità

passo 1: si deve intervenire con un'attività di soccorso per massimizzare l’attività fotosintetica. Intervenire con Vitalnova Stressbuster e Ryder per stimolare e irrobustire l’erba, dare colorazione istantanea, supportare la fotosintesi e fornire sia ferro che aminoacidi.

passo 2: dopo di che dobbiamo nutrire. Questa situazione ci porta ad intervenire con diverse settimane di ritardo rispetto alla prassi abituale. Anche se serve, c'è da considerare che allo stesso tempo bisogna ridurre il numero di concimazioni ed evitare il rilascio istantaneo di nutrienti. Infatti si corre il rischio di ricadere in crescita eccessiva che porterebbe di nuovo al rischio di scalping. Applicare SierrablenPlus Active 19-5-18+2MgO+Micro. Con 1 sola applicazione, nutre da adesso a agosto, apportando azoto e potassio in modo bilanciato e magnesio extra: perfetto per questa situazione di emergenza

passo 3: tornare gradualmente alla normalità, ricominciando a tagliare l'erba come prima, cioè rispettando la regola di 1/3. La frequenza di taglio aumenta e lo stress della pianta diminuisce.

 

Scarica la grafica esplicativa CLICCA QUI e condividila coi tuoi colleghi manutentori!

 

 

 

 

*foto gentile consessione del sig. C. Campanini