Composizione

Trichoderma asperellum (ceppo ICC012) g 2

Trichoderma gamsii (ceppo ICC080) g 2

Concentrazione totale minima pari a UFC 3x107 per grammo

Formulazione

Polvere bagnabile

Registrazione

n°14263 del 11/10/2011

Confezione

Scatola da 1 kg

Fungicidi florovivaismo Bioten

Bioten

  • Descrizione
  • Vantaggi
  • Caratteristiche
Descrizione

Bioten® è un fungicida biologico ad azione antagonista per la prevenzione delle malattie fungine del terreno, che esplica una elevata efficacia nei confronti di: Pythium spp., Phytophthora spp., Rhizoctonia solani, Sclerotinia spp., Sclerotium rolfsii, Armillaria mellea, Thielaviopsis basicola, Verticillium dahliae. Agisce in via preventiva e la sua azione antagonista avviene togliendo spazio vitale e nutrimento ai patogeni, con il risultato di inibirne la crescita e la diffusione. Infatti Bioten®, una volta applicato al terreno/substrato, sviluppa e colonizza rapidamente le radici e la rizosfera creando una vera e propria barriera fisica che ostacola l’accesso dei patogeni agli organi bersaglio. Nei confronti di alcuni funghi quali la Sclerotinia spp. e lo Sclerotium rolfsii Bioten® è inoltre in grado di colpire direttamente il patogeno attaccandone per via enzimatica la parete cellulare.


® Marchio registrato ISAGRO S.p.A.

Vantaggi
  • Elevata efficacia nei confronti delle malattie dell’apparato radicale e del colletto
  • Capacità di sviluppo nelle diverse condizioni e situazioni colturali
  • Facile da applicare
  • Sviluppo più rapido e riduzione dello stress da trapianto
  • Colture più sane
  • Compatibile con molte sostanze di sintesi e con gli insetti utili
  • Consente la riduzione dell‘input chimico nel ciclo colturale
  • Ideale per la difesa integrata e in agricoltura biologica
Caratteristiche

Campi d’impiego
Bioten® può essere utilizzato nei tappeti erbosi sia radicati che alla prima semina e sulle piante ornamentali e da fiore in semenzaio, vaso, aiuola, pieno campo e vivai. Il formulato essendo conforme alla normativa (EC) No. 834/2007 risponde ai requisiti di utilizzo dei programmi di agricoltura biologica e di lotta integrata.

Quando si applica e dosi
Bioten® può essere applicato nelle diverse fasi fenologiche e momenti colturali purché sempre in via preventiva e con temperature del terreno superiori ai 10° C. Per garantire l’omogenea distribuzione
del prodotto si raccomanda l’utilizzo di un volume di acqua di 1000 l/ha.

Colture in contenitore

Invaso o trapianto Miscelato al substrato di coltivazione alla dose di 250 g/m3
(in alternativa) Inolculato nel substrato  7-10 giorni prima di utilizzare il substarto, iniettare Bioten® diluito con acqua nella balla di torba alla dose di 250 g/m
Post trapianto Tramite l’impianto di fertirrigazione o con una barra alla dose di 2,5 kg/ha.
Colture in pieno campo Semina o trapianto Distribuire in modo uniforme sulla superficie al momento della preparazione del terreno alla dose di 2,5 kg/ha.
Ripetere il trattamento 7 giorni prima o in concomitanza della semina/trapianto
Piante adulte Localizzato al piede tramite l’impianto di fertirrigazione o in occasione della innaffiatura alla dose di 2,5 kg/ha
Immersione dei vassoi di floricole e ornamental In abbinamento al trattamento pre-trapianto, alla dose di 10 g/l di acqua. Mantenere i contenitori in immersione sino alla completa imbibizione della zolla.

 

Consigli per la preparazione della poltiglia e compatibilità
Per una ottimale efficacia è importante far pre-germinare le spore diluendo Bioten® in acqua a temperatura ambiente 24-36 ore prima del trattamento. La proporzione di 500g di prodotto in 5 litri di acqua è sufficiente allo scopo. La sospensione così ottenuta potrà essere ulteriormente diluita nel volume di acqua ritenuta utile per il trattamento. La pre-germinazione facilita la colonizzazione delle radici e aiuta a superare le eventuali condizioni non ottimali del terreno. 


L’utilizzo di Bioten® è normalmente compatibile con i programmi di difesa inte-grata che prevedono anche l’impiego di fungicidi di sintesi, ad esempio:
• applicazione di Bioten® per immersione dei contenitori seguita da applicazione di fungicida chimico in serra o in campo
• applicazione all’invaso di un fungicida chimico (es.: Previter) seguita dall’applicazione di Bioten® mediante barra o manichetta.
In linea generale è consigliabile mantenere una distanza di almeno 10 giorni tra l’applicazione di Bioten® e quella di un altro Prodotto Fitosanitario. In ogni caso a causa dell’elevata casistica e del numero dei formulati utilizzabili si raccomanda di leggere attentamente l’etichetta e contattare il tecnico ICL per ogni verifica o richiesta a riguardo.

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto.

Bioten® è una nuova proposta ICL per il controllo dei funghi patogeni del terreno e dei substrati che attaccano l’apparato radicale e il colletto di molte specie floricole e ornamentali sia erbacee che arboree ed i tappeti erbosi. E' un agrofarmaco biologico.